post

The Empowering Internet Safety Guide for Women

Have you ever been harassed in the street? Received a crass message on a dating app? Had a coworker make a comment about your appearance that just didn’t sit right?

You’re not alone.

With the #MeToo movement, it’s easy to log onto Twitter or Facebook and see just how many women are victims of sexual harassment. Whether in person or online, women everywhere have experienced it in one way or another. And with all the new ways the internet has opened avenues of communication, online harassment is more prevalent than ever.

According to a study by the Pew Research Center, most online abuse takes place on social media. Although men are also subject to online harassment – which includes name calling, derision, and physical threats – the study found that online, women are more than twice as likely as men to experience sexual harassment.  

Leggi tutto

post

62° Commissione NU sullo Stato delle Donne – Evento dedicato al movimento #MeToo

L’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE), in collaborazione con l’ Ufficio per le Istituzioni Democratiche e per i Diritti Umani (ODIHR), ha organizzato, all’interno della 62° Commissione delle Nazioni Unite sullo Stato delle Donne (CSW), un evento collaterale intitolato #MeToo Say Survivors: Human Rights, Gender and Trafficking in Human Beings.
Dopo un anno nel quale la molestia sessuale, l’abuso e lo sfruttamento delle donne, in particolare nell’industria cinematografica, sono state sotto i riflettori, l’evento dell’OSCE si è rivelato un’opportunità per parlare del dramma delle donne trafficate sia nel contesto del movimento #MeToo, sia attraverso la lente dell’Obiettivo 5.2 sulla eliminazione della violenza contro le donne all’interno dei Sustainable Development Goals (SDG).
Le sopravvissute Autumn Burris, Mickey Meji e Shandra Woworuntu sono state al centro della conversazione accanto a rappresentanti della Coalition Against Trafficking in Women (CATW) International, Un Women, UNODC ed Equality Now. Al loro fianco sedeva Mira Sorvino, Ambasciatrice di buona volontà contro la tratta di persone per UNODC, che ha altresì avuto un ruolo determinante nell’avvio e nel conseguente sviluppo dei movimenti #MeToo e #TimesUp. Leggi tutto