post

Diritti Umani: focus sulla tratta di persone

L’associazione IROKO parteciperà all’incontro organizzato dalla Sottocommissione per i Diritti Umani del Parlamento Europeo dell’11 e 12 luglio 2018 a Bruxelles, nella persona della sua Direttrice Esohe Aghatise, che interverrà in occasione della Giornata mondiale contro il Traffico di Persona, che sarà celebrata il prossimo 30 luglio 2018.
Aghatise converserà con Myria Vassiliadou, coordinatrice antitratta per l’Europa. Seguiranno gli interventi del governatore di Edo State, Nigeria, Godwin Obaseki, e di Yinka Omorogbe, Presidente della Task Force, costituita dal governo di Edo, contro la tratta, di cui anche Esohe Aghatise è membro attivo.

Il programma completo dell’evento è consultabile qui .

post

Un caffé con… Amici di Lazzaro

Iroko, fin dai suoi primi passi, ha operato in collaborazione con diverse organizzazioni, sia a livello locale che internazionale.
Siamo infatti convinti che ogni piccolo risultato si può raggiungere solo attraverso il lavoro condiviso tra realtà che perseguono i medesimi scopi.
Ecco perché esiste sul nostro blog uno spazio, che aggiorniamo periodicamente, dedicato alle associazioni, movimenti, gruppi con i quali collaboriamo (qui e qui potete conoscerne due): alcuni li abbiamo conosciuti negli ultimi anni della nostra attività, con altri condividiamo i passi da più tempo.
Per esempio, con Amici di Lazzaro.
Abbiamo chiacchierato con Paolo Botti, uno dei volontari, che ci ha raccontato che cosa fa l’associazione, dove e per chi opera, affrontando alcune spinose questioni di grande attualità, sulle quali condividiamo il punto di vista.
Leggi tutto

post

Un caffé con… Resistenza Femminista (parte II)

Continua da Un caffé con… Resistenza Femminista (parte I)

I. Libertà sessuale e libertà di prostituirsi assumono quindi lo stesso valore secondo i sostenitori dell’industria del sesso.

C.  In pratica sì. Le persone prostituite sono definite sex workers perchè la prostituzione sarebbe un lavoro come un altro. Il termine sex worker è stato adottato per la prima volta dalla polizia statunitense negli anni Settanta per normalizzare l’industria del sesso. Questo termine è poi stato ripreso sempre negli anni ’70 da Priscilla Alexander, esponente del gruppo COYOTE, che dichiarava di essere una “sex worker” in quanto durante i 4 anni trascorsi al Bennington College aveva fatto sesso con così tanti uomini da potersi definire una ‘puttana’.

Leggi tutto