post

Prima indagine conoscitiva del Senato sulla prostituzione

Nel 2019 la Commissione Affari Costituzionali del Senato aveva avviato un’indagine conoscitiva sul fenomeno della prostituzione in Italia, su iniziativa della Senatrice Alessandra Maiorino.
Alle audizioni sono stati chiamati a partecipare diversi soggetti, dalle sopravvissute, agli psicologi ed operatori anti tratta, a rappresentanti del terzo settore, tra i quali anche la nostra presidente Esohe Aghatise, esperta di tratta.
Nel suo intervento, che potete riascoltare qui
, Aghatise ha sottolineato la necessità di considerare l’impatto che la prostituzione ha sulle donne in generale e sulle donne nigeriane in particolare nel contesto italiano, decostruendo l’immagine della donna nigeriana a cui ‘piacerebbe‘ essere nella prostituzione. Infine, “ho portato la loro testimonianza – ricorda Esohe – sul fatto che la prostituzione fosse per loro una violenza che hanno dovuto sopportare a causa dell’assenza di opportunità e di alternative per una vita dignitosa”. 
La prostituzione, “l’elefante invisibile nella stanza”, come la definisce la sen. Maiorino, la terza industria illegale al mondo in termini di fatturato, dopo droga e armi. 

Ci teniamo a ricordare, come avevamo avuto già modo di scrivere e condividere durante il nostro ciclo di webinar, che lo scorso luglio la stessa commissione ha approvato a maggioranza il documento conclusivo sull’indagine, aprendo la strada ad un necessario dibattito politico e culturale su una questione complessa e troppo spesso strumentalizzata, che speriamo possa concludersi con l’approvazione di una legge neo-abolizionista, con l’obiettivo di rafforzare la già vigente legge Merlin, di matrice abolizionista.
Per chi volesse approfondire, qui
si può riascoltare il podcast di un’intervista alla senatrice Maiorino.

Fonte: “Indagine conoscitiva sul fenomeno della prostituzione“, Commissione Affari Costituzionali, Senato della Repubblica, Servizio Studi, PROSTITUZIONE – Elementi di Documentazione, 3 luglio 2019

post

Pornografia e prostituzione: dialogo con Gail Dines

L’associazione Iroko Onlus ha organizzato, nella primavera 2021, un ciclo di seminari dal titolo “Smontare il sex work, dialoghi intorno alla prostituzione”, ospitando varie esperte, sopravvissute e attiviste provenienti da tutto il mondo. Ogni settimana due donne hanno spiegato il fenomeno della prostituzione da una diversa prospettiva: dai legami con tratta e pornografia, al linguaggio, alle leggi, fino alle politiche per implementare il modello abolizionista.

Nel primo incontro è stata ospite Gail Dines, professoressa di sociologia e studi sulle donne presso il Wheelock College a Boston, fondatrice e presidente dell’associazione Culture Reframed. Dines, da diversi anni, svolge ricerche sulla pornografia e l’industria del sesso ed è stata definita dal quotidiano The Guardian “principale attivista femminista anti-pornografia al mondo”.
Femminista radicale, Dines sostiene che prostituzione e pornografia siano fenomeni legati tra loro, nonostante i sistemi antitratta spesso non colgano le implicazioni. Essi, infatti, tendono a considerare la pornografia come un fenomeno a sé stante, quando in realtà anch’essa è un ingranaggio dell’industria del sesso al pari della prostituzione e della tratta. Addirittura, alcuni operatori antitratta e sociologi sostengono vi sia una distinzione tra tratta a scopo di sfruttamento sessuale e prostituzione, l’una costrizione l’altra “un lavoro come un altro”. Non si considerano tre cose, a nostro parere, importanti:

Leggi Tutto

post

Presentazione COALESCE: rapporti Mind the Gap

All’interno della Giornata mondiale contro la Tratta di Persone promossa dalle Nazioni Unite, i partners di #COALESCE presentano i Rapporti Mind the Gap: un’analisi dei bisogni per l’integrazione delle donne migranti vittime di tratta a scopo sessuale/abuso in 6 diversi paesi. Qui è disponibile la versione integrale dei rapporti in lingua inglese, eccetto per il nostro in lingua originale:

Cipro
Germania

Irlanda
Italia
Lettonia
Lituania

Approvata in Senato l’indagine sulla prostituzione!

Dopo circa 3 anni di raccolta di informazioni, oggi è stata votata la relazione conclusiva dell’indagine conoscitiva sulla prostituzione all’interno della Commissione Affari Costituzionali.

La relazione proposta dalla Senatrice Alessandra Maiorino è stata approvata a maggioranza. È un risultato storico e uno strumento importante che, insieme alla legge Merlin, segna la strada vero l’abolizione della #prostituzione.

http://www.associazioneiroko.org/wp-content/uploads/2021/07/Senato-Indagine-Conoscitiva-Prostituzione.pdf

post

Smontare il ‘sex work’ #5 Il ruolo del compratore

Partecipa di nuovo questo giovedì e segui Melissa Farley, psicologa, autrice, attivista, fondatrice di Prostitution Research & Education, e Rachel Moran, autrice di Stupro a Pagamento, direttrice, attivista femminista, fondatrice di SPACE International e sopravvissuta alla prostituzione, in conversazione con la nostra Esohe Aghatise. 

Dialogo su:

  • Responsabilità individuale del compratore nella domanda di sesso
  • Approccio del compratore come ostacolo all’uguaglianza
  • Spostare l’attenzione dalle donne agli uomini: cambiare mentalità

Previsto spazio D&R per i partecipanti

Ti aspettiamo alle 18 CET/ 12 EDT su Zoom (disponibile traduzione simultanea in italiano) o su Facebook Live della nostra pagina (solo in inglese)

https://zoom.us/webinar/register/WN_ADrU6NnUS-6GrlbeHT-D7A 

#SmontareIlSexWork

post

Smontare il ‘sex work’: dialoghi intorno alla prostituzione Maggio/Giugno 2021

Siamo molto felici di aver dato inizio al ciclo di incontri online intitolati Smontare il ‘sex work’ : dialoghi intorno alla prostituzione!
La scorsa settimana si è tenuto l’incontro #1 aperto da Esohe Aghatise, che ha dialogato con Gail Dines, autrice di Pornland e fondatrice e presidente di Culture Reframed, su pornografia e prostituzione.
Qui è disponibile la registrazione dell’evento.

Segui gli aggiornamenti sulla nostra pagina Facebook per conoscere gli ospiti internazionali dei prossimi incontri.

Gli eventi si terranno ogni giovedì alle 18 CET/ 12 EDT/17 GB fino al 1 luglio. Puoi partecipare su Zoom iscrivendoti a questo link (disponibile traduzione italiana) o seguire l’evento su Facebook Live!

post

Smontare il ‘sex work’: pornografia e prostituzione

Siamo davvero entusiasti della risposta positiva che ha ottenuto il primo degli eventi online della serie Smontare il ‘ sex work’!

Il 20 maggio scorso Esohe Aghatise, fondatrice e presidente di IROKO, ha accolto la brillante Gail Dines, autrice di Pornland e fondatrice e presidente di Culture Reframed.. La conversazione ha toccato diversi temi, tra cui:

  • Le implicazioni tra pornografia e prostituzione
  • Il danno per le donne coinvolte 
  • Il trauma associato all’essere filmate 
  • Come ciò danneggia l’intera società

Se non hai seguito l’evento o vuoi rivederlo, lo trovi qui su Facebook nella forma completa.

post

COALESCE: ecco il nuovo progetto europeo

Siamo molto lieti di annunciare l’avvio del nuovo progetto COALESCE, iniziato nel gennaio 2021, finanziato dal Fondo AMIF e guidato dal Mediterranean Institute of Gender Studies (MIGS), in partenariato con Cyprus Refugee Council (Cipro), CARITAS Cyprus, IROKO Onlus (Italia), Marta Centre (Lettonia), European Network of Migrant Women, Immigrant Council Ireland, Solwodi (Germania), Klapeida (Lituania).

Coalesce è un progetto biennale a carattere transnazionale che coinvolge sei paesi europei: Cipro, Lettonia, Italia, Lituania, Irlanda e Germania.

Leggi il nostro comunicato per sapere esattamente su cosa stiamo lavorando!

post

Nawal El Saadawi

Nawal El Saadawi, femminista egiziana, medico, attivista, autrice, psichiatra, docente universitaria e molto di più, ci ha lasciati il 21 marzo scorso, all’età di 89 anni. Ha ottenuto riconoscimenti internazionali per i suoi innumerevoli contributi alle lotte femministe, la sua coraggiosa onestà e determinazione, per cui è stata anche imprigionata nel 1981 per due mesi con l’accusa di “attaccare il sistema dominante”.

La nostra direttrice Esohe Aghatise condivide il suo pensiero sulla straordinaria femminista e attivista per i diritti umani.

Ho incontrato Nawal El Saadawi a Londra nel 2015 all’Housemans Bookshop in Caledonian Road, dove eravamo state entrambe invitate a parlare delle mutilazioni genitali femminili. Sono rimasta colpita da come si esprimesse così liberamente, senza alcuna censura, e condividesse le sue posizioni anticonformiste e, tenendo conto del suo contesto personale, piuttosto rivoluzionarie. Nel corso di quella chiacchierata, venne sollevata la questione delle circoncisioni maschili. Lei fu abbastanza ferma e chiara sul fatto che entrambe le circoncisioni, maschile e femminile, sono mutilazioni genitali di parti del corpo sane. Proseguì esprimendo il suo punto di vista sulle relazioni economico-politiche a livello regionale e internazionale e sul loro impatto su donne e ragazze. Aveva idee molto chiare sulle relazioni di genere e non aveva nessuna paura ad esprimerle.

Ho ammirato soprattutto il suo coraggio, la sua energia e determinazione e avrei voluto trascorrere più tempo ad imparare da lei. Mi aveva invitata a farle visita a Il Cairo e, sebbene ci fossimo sentite un paio di volte, non sono mai riuscita ad andare. Una grande occasione mancata, con la quale dovrò convivere. La sua scomparsa è una grande perdita per i diritti delle donne e per tutto il mondo.

Leggi Tutto

post

IROKO Premiata per Lavoro Contro la Tratta

La tratta e lo sfruttamento sessuale di minori è in crescita in Europa. Lo scoppio della pandemia lo scorso anno ha solo peggiorato la situazione di questi bambini rendendoli ancora più vulnerabili a forme di abuso. Oggi Child 10 annuncia i nomi delle vincitrici del Child10 2021, organizzazioni attive in tutta Europa e che ora uniranno le loro forze per porre fine alla tratta e allo sfruttamento sessuale delle ragazze in Europa. Iroko è una tra le dieci organizzazioni selezionate su oltre 90 candidature provenienti da 27 paesi del mondo.

“​Il riconoscimento da parte di Child10 ci permetterà di estendere l’impatto del nostro lavoro, di raggiungere più sopravvissute in Italia e un numero maggiore di donne e ragazze a rischio in Nigeria. Non vediamo l’ora di iniziare a collaborare con Child10 per espandere il nostro lavoro e far sì che la nostra attività di advocacy possa avere l’impatto sperato. È davvero un onore per noi ricevere questo premio. Grazie!”​, dice Esohe Aghatise, fondatrice e direttrice dell’Associazione Iroko.

Leggete il comunicato intero qui: Comunicato Child10 2021